NUMERO PRECEDENTE

Direttore Responsabile: Mauro Tavarnelli

Editor: Aldo Ciuro

Assistant Editor: Davide Bruno Albertoni; Claudio Ciavatta

Associate Editors: Alessandro Chiarotto; Alessio Signori; Andrea Tettamanti; Andrea Turolla; Antonio Poser; Carla Vanti; Donatella Valente; Elisa Pelosin; Francesco Serafini; Giulia Guidi; Giuseppe Plebani; Lucia Bertozzi; Marco Baccini; Marco Testa; Matteo Paci; Michela Bozzolan; Michele Romano; Michele Spinosa; Oscar Casonato; Roberto Gatti; Roberto Meroni; Silvano Ferrari; Silvia Bielli; Silvia Gianola; Stefania Costi; Tiziana Nava

Cari colleghi, ecco a voi alcune anticipazioni dell’ultimo volume del 2017 di Scienza Riabilitativa, il 19.4. Visto l’imminente periodo di ferie avrete certamente più tempo del solito per leggerlo, almeno spero…

Il primo articolo è la revisione sistematica dei colleghi Silvano Ferrari et Al che, attraverso una metodologia impeccabile, ci riporta lo stato dell’arte circa l’efficacia del Nordic Walking nella gestione dei pazienti con lombalgia aspecifica rispetto al miglioramento di dolore e disabilità. Il Nordic Walking, il cammino con bastoncini, è una attività fisica in crescente diffusione in Italia, quindi conoscere il suo ruolo nella gestione dei pazienti con lombalgia rappresenta certamente una informazione importante per i Fisioterapisti che si occupano di mal di schiena. Sappiamo bene quanto sia difficile “convincere” i nostri pazienti ad iniziare o riprendere una attività fisica regolare e avere una opzione in più da proporre, è molto utile soprattutto se si propone qualcosa di nuovo e anche di moda… Per conoscere i dettagli non vi resta che leggere il full text di questa bella revisione…

Lo studio pilota dei colleghi Filippo Prati et Al affronta un argomento particolarmente interessante e attuale: il confronto tra chirurgia e Fisioterapia nei pazienti con lesione meniscale e artrosi di ginocchio. Gli autori hanno reclutato 20 pazienti che sono stati sottoposti a chirurgia o a 10 sedute di Fisioterapia individuale. Gli outcome presi in considerazione sono stati dolore, disabilità e mobilità articolare e, onde evitare di “spoilerare”, posso solo dire che i risultati sono veramente interessanti… Essendo uno studio pilota bisogna essere cauti nella valutazione dei risultati ma la ricaduta clinica è davvero importante soprattutto nell’aspetto comunicativo del trattamento dei pazienti con lesione meniscale. Leggete e divulgate…

Il terzo articolo del volume è la recensione delle colleghe Valentina Lufrano e Ambra Galante che hanno valutato il testo “Cerebral palsy in infancy – targeted activity to optimize early growth and development” di Roberta B Shepherd.  Si tratta di un testo fortemente raccomandato per i Fisioterapisti e per gli altri professionisti sanitari che si occupano della gestione dei bambini con PCI. Il lavoro di 26 autori tra Fisioterapisti dell’area pediatrica e medici ha prodotto questo testo di 339 pagine suddiviso in 5 sezioni che, citando l’autrice principale dell’opera, si pone l’obiettivo di “…fornire il razionale per interventi nei primissimi anni di vita, focalizzati in particolare all’incremento dell’attivazione muscolare, all’educazione ed all’allenamento delle azioni motorie basilari che sostengano l’apprendimento motorio in età precoce…”.

Scarica la Rivista

Come sempre un grazie di cuore a tutto il Board di Scienza Riabilitativa e ai colleghi che scelgono di condividere i risultati del loro lavoro sulla nostra Rivista contribuendo alla crescita professionale di tutti.

Buon Natale e felice anno nuovo a tutti.

Aldo Ciuro