29/11/2019
w
0

Maurizio Petrarca nuovo presidente GIS AIFI neuroscienze

Cambio al vertice del Gruppo di Interesse Specialistico per le Neuroscienze, uno dei GIS dell’A.I.FI., l’Associazione italiana fisioterapisti. Cambio al vertice del Gruppo di Interesse Specialistico per le Neuroscienze, l’assemblea dei soci ha eletto all’unanimità il nuovo direttivo, con presidente il dottor Maurizio Petrarca per il triennio 2019-2022.
Questa la composizione del direttivo, di cui fa parte lo stesso presidente:

Davide Cattaneo, Elisa Pelosin, Andrea Turolla, Michela Agostini, Manuela Maieron, Martina Putzolu, Riccardo Perelli, Susanna Mezzarobba.

“I miei obiettivi per il futuro sono caratterizzati dalla continuità con il buon lavoro svolto negli ultimi anni- spiega Petrarca anticipando le linee del suo mandato- Vorrei proseguire sul solco tracciato finora e affrontare il discorso delle neuroscienze come elemento trasversale all’interno di tutti gli ambiti riabilitativi, perché occuparsi di neuroscienze significa occuparsi di apprendimento e controllo, sia motorio che cognitivo”. Come GIS Neuroscienze “sentiamo la responsabilità di offrire delle indicazioni che possano guidare non solo la pratica del terapista ma anche dare indicazioni per dettare linee guida in termini di ricerca”.

La parola d’ordine è continuità

La parola d’ordine è continuità, dunque, implementando però il respiro internazionale e l’approfondimento sempre più specifico delle tematiche.

“Abbiamo introdotto al mondo della riabilitazione italiana alcuni profili internazionali di rilievo ed è mia intenzione continuare in questa direzione con l’apporto di altre figure che ci aiutino ad ampliare il concetto di un cervello inteso come medium della relazione tra il corpo e l’ambiente”.

Per il futuro l’obiettivo è anche quello di accendere i riflettori

“sull’interpretazione dell’organismo come una struttura evolutiva, durante tutto l’arco di vita, e sul ruolo fondamentale che le esperienze hanno nel plasmare la struttura organizzativa del processo evolutivo”. Per Petrarca si tratta di un “tema centrale tra adulto e bambino e si può coniugare a seconda delle varie tappe di sviluppo e delle peculiarità con cui una determinata patologia si manifesta”.

Fisioterapista con dottorato in Ingegneria e riabilitatore infantile, 62 anni, Petrarca opera dal 1979 ed è attualmente responsabile del Laboratorio Analisi del movimento e robotica riabilitativa dell’Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma. Come neo presidente del GIS Neuroscienze sarà lui a tenere a battesimo, in qualità di responsabile scientifico, il corso dal titolo ‘Quale tecnologia per quale riabilitazione’, in programma dal 12 al 14 dicembre all’Auditorium della sede di San Paolo del Bambino Gesù a Roma.

“Ricalcherà molto il mio percorso professionale: da sempre mi occupo dell’uso e dello sviluppo di tecnologie da utilizzare per la riabilitazione. Il mio è un approccio originale rispetto al modo in cui sono comunemente interpretate le tecnologie. Infatti, piuttosto che strumenti per automatizzare processi riabilitativi che ancora non ci sono del tutto chiari, per me le tecnologie sono strumenti per approfondire la conoscenza dello stato del sistema e quindi individuare nuove linee di sviluppo di approcci terapeutici”.

Petrarca succede proprio alla dottoressa Susanna Mezzarobba, che ha guidato il GIS Neuroscienze per sei anni. Per lei permanenza nel direttivo “per una richiesta di continuità espressa da tutti i colleghi, con la convinzione che la strada intrapresa sarà foriera di grandi risultati per una fisioterapia sempre più protagonista nel progetto terapeutico riabilitativo”.