La nascita pretermine: come affrontare le problematiche a breve e lungo termine

Approfondire e aggiornare le conoscenze dei fisioterapisti in questo ambito specifico. Permettere la discussione e costruzione di percorsi abilitativi condivisi con il personale medico e altri professionisti sanitari.
23/11/2020
L’introduzione di nuove procedure mediche e assistenziali in Terapia Intensiva Neonatale ha portato negli ultimi due decenni, ad un aumento della percentuale di sopravvivenza dei nati prematuri e dei piccoli con problematiche peri-natali, costituendo un fenomeno di rilevanza sociale oltre che medica. Secondo i dati dell’OMS ogni anno circa 15 milioni di bambini nascono prematuramente.
Il bambino nato pretermine deve essere sostenuto nel percorso di adattamento all’ambiente extrauterino in quanto la sua fragilità biologica richiede frequentemente interventi intensivi mirati al sostegno di funzioni (respiratorie, cardio-circolatorie, gastrointestinali, neurologiche,…) non ancora adeguate a garantirne la sopravvivenza.
È sempre più evidente l’importanza di una presa in carico globale, precoce e interdisciplinare che metta al centro il bambino e la sua famiglia con l’obiettivo di promuovere le competenze di autoregolazione e garantire una normale organizzazione della motricità, degli stati comportamentali e delle capacità relazionali.

Docenti:
Dott.ssa Nadia Battajon, dirigente medico U.O.P. Terapia Intensiva Neonatale, AULSS 2 Marca Trevigiana

Data: 15 Dicembre 2020

Orario: 20.30

Partecipazione gratuita e senza ECM per i soci AIFI 2020

link per iscrizione: https://forms.gle/1gHMM251VzABnKjM6