Nell’ultima settimana di aprile i rappresentanti della Fisioterapia di tutta Europa si sono incontrati a Dublino per il biennale General Meeting (GM) della European Region della WCPT.

A rappresentare l’Italia, il Dott. Michele Cannone (Responsabile Ufficio Relazioni Internazionali) e la Dott.ssa Loredana Gigli (componente dello Staff Relazioni Internazionali e rappresentante per A.I.FI. per il riconoscimento titoli in Conferenza dei Servizi).
Nei giorni precedenti il meeting i presenti hanno avuto l’opportunità confrontarsi in un Workshop dal titolo “Branding Physiotherapy” che è il frutto della collaborazione tra la ER-WCPT ed Economia Creativa, una organizzazione specializzata in comunicazione e marketing con sede a Bruxelles. Il workshop era stato preceduto da una serie di meeting e survey online con l’obiettivo finale di ricostruire in maniera più efficace l’immagine del Fisioterapista in Europa attraverso una profonda ed interattiva analisi con tutti gli stakeholder individuati.

Il GM è stato intensissimo e come al solito ricco di emozioni. E’ questo il momento in cui i 4 gruppi di lavoro della Region presentano il frutto del lavoro degli ultimi 2 anni. In Europa l’articolazione portante dell’attività politico-culturale della fisioterapia è tenuta in piedi dal Board Esecutivo, da tutti gli Stati Membri e da 3 Gruppi di lavoro che si occupano delle seguenti aree:

  • Eu Matters WG (Affari Europei) con lo scopo di monitorare normative ed indirizzi europei che in qualche modo possono interessare i fisioterapisti
  • Education WG (Formazione) con lo scopo di monitorare, armonizzare ed indirizzare la qualità della formazione del fisioterapista in Europa
  • Professional Issue (Questioni Professionali) con lo scopo di tutelare stimolare la fisioterapia alla crescita in tutte le sue direzioni

Tra le questioni principali:

  1. L’impegno affinché in Europa ci sia un framework comune per la formazione di base in quanto purtroppo ancora oggi sono molte le differenze da Stato a Stato e questo rende anche complessa la mobilità del fisioterapista in Europa.
  2. Il monitoraggio del Disegno di legge europeo definito “Proportionally Test” che vedrebbe obbligatorio la placet europeo per normative nazionali inerenti le professioni e la loro mobilità in europa.
  3. Fornire supporto agli stati membri per la produzione di Prodotti Evidence-Based come ad esempio Linee-Guida e Raccomandazioni.

Il Meeting si è concluso con l’elezione di alcune figure in scadenza all’interno del Board Esecutivo che è così composto

  • First Chairman: Esther-Mary D’Arcy, Irlanda
  • First Vice-Chairman: Roland Craps, Belgio
  • Second Vice-Chairman: Carmen Maria Suarez Serrano, Spagna
  • Treasurer: Roland Paillex, Svizzera
  • Regional Member: John Xerry De Caro, Malta
  • First Alternate Member: Unnur Péturdóttir, Islanda

Infine, quest’anno si è celebrato il ventesimo anniversario della Fondazione della Europa Region of WCPT (42 Paesi aderenti) avvenuta in Estoril (Portogallo) il 14 settembre 1998. L’Esecutivo ha voluto commemorare e festeggiare l’evento, la sera del 27 Aprile con un gala dinner nella Dining Hall del prestigioso e famoso Trinity College, fondato nel 1592 da Queen Elizabeth I.

Ospiti d’onore della serata: il Presidente Mondiale della World Confederation for Physical Therapy (100 Paesi aderenti) Emma Stokes ed  i fondatori (tra i quali il Ventimigliese Cav. Cosimo Bruno Ordine al Merito della Repubblica Italiana, dipendente del’Asl 1 Imperiese presso l’ospedale ‘Saint Charles’ di Bordighera, che ha ricoperto cariche internazionali per circa 20 anni) della European Region of WCPT: Antonio Lopes (President – Portogallo); Cosimo Bruno (1st Vice President- Italia); Sigrún Knútsdóttir (2nd Vice President- Islanda); Eckhardt Böhle (Tesoriere – Germania). I fondatori ed alcuni delegati presenti in Estoril nel 1998 sono stati premiati da Emma Stokes (Presidente Mondiale), da Sarah Bazin (Presidente uscente della European Region) e da Esther-Mary D’Arcy (Presidente della European Region per il prossimo quadriennio) con una targa in ricordo dell’evento.