L’attuale emergenza sanitaria sta colpendo prevalentemente la popolazione anziana fragile, comportando spesso sindromi ipocinetiche e allettamento dovuti alla sintomatologia acuta da virus Covid-19 e alle sue complicanze.

Per supportare i caregiver, il GIS di Fisioterapia Geriatrica AIFI ha pubblicato una campagna di informazione a cura del CEN del GIS e Francesco Bucchi, socio del GIS. Nel dettaglio, si tratta di un vademecum digitale rivolto a chi si prende cura di persone allettate, specialmente in un contesto domiciliare, dove l’attuale pandemia rischia di isolare soggetti vulnerabili e con bisogni assistenziali e riabilitativi specifici.

L’allettamento è una condizione in cui la persona è costretta a rimanere a letto per periodi più o meno lunghi, a seguito di eventi acuti o a scopo palliativo; la persona allettata necessita di particolari cure assistenziali, perché l’immobilità può causare complicanze su molte strutture e funzioni corporee, anche dopo pochi giorni di permanenza a letto.
Questo è particolarmente rilevante nelle persone anziane, nelle quali è fondamentale evitare l’allettamento ogni qualvolta sia possibile favorendo in ogni modo l’alzata, il de-allettamento precoce e prevenendo la comparsa delle complicanze.

L’attuale emergenza sanitaria, che colpisce prevalentemente la popolazione anziana fragile, sta contribuendo ad aumentare le sindromi da allettamento dovute alla sintomatologia acuta da virus Covid-19 e alle sue complicanze, con effetti molto disabilitanti anche nelle persone
anziane guarite dal virus.
Questo aspetto sta mettendo a dura prova la stabilità di tantissime famiglie, che accudiscono gli anziani in casa e non possono permettersi l’inserimento di persone fragili in contesti socio-sanitari. Persone fragili e caregiver potrebbero così trovarsi soli, privi di un adeguato
supporto socio-sanitario.

Per far fronte a questa emergenza, il GIS di Fisioterapia Geriatrica AIFI propone il vademecum digitale per i caregiver con un duplice obiettivo:

  • divulgare buone pratiche che possono essere attuate per cercare di prevenire i problemi secondari all’allettamento;
  • guidare i caregiver verso i professionisti di riferimento a cui rivolgersi nel caso in cui si presentino alcuni di questi problemi.

Nello specifico l’opuscolo spiega le principali conseguenze dell’allettamento, i possibili aggravamenti, le buone pratiche e i comportamenti da adottare al fine di evitare tali complicanze, ed infine i professionisti cui fare riferimento qualora uno di questi problemi si presenti.

L’opuscolo non fornisce indicazioni circa il singolo caso, che va specificamente valutato, ma vuole dare un’informazione generale alla popolazione. Scarica e condividi il vademecum del GIS