Direttore Responsabile: Mauro Tavarnelli

Editor: Aldo Ciuro

Assistant Editor: Davide Bruno Albertoni; Claudio Ciavatta

Associate Editors: Alessandro Chiarotto; Alessio Signori; Andrea Tettamanti; Andrea Turolla; Antonio Poser; Carla Vanti; Donatella Valente; Elisa Pelosin; Francesco Serafini; Giulia Guidi; Giuseppe Plebani; Lucia Bertozzi; Marco Baccini; Marco Testa; Matteo Paci; Michela Bozzolan; Michele Romano; Michele Spinosa; Oscar Casonato; Roberto Gatti; Roberto Meroni; Silvano Ferrari; Silvia Bielli; Silvia Gianola; Stefania Costi; Tiziana Nava

Cari colleghi, ecco a voi qualche anticipazione del primo volume del diciannovesimo anno di Scienza Riabilitativa, il 19.1.

Il primo articolo è la revisione sistematica dei colleghi Zuin P M et Al che si pone l’obiettivo di valutare l’influenza del placebo nei compiti motori di individui sani. La ricerca in questo campo è ancora acerba ma i risultati di questa revisione confermano la potenziale rilevanza clinica del condizionamento e della aspettativa nella performance motoria. Da leggere…
Il Professional Issue dei colleghi Cerotti M et Al si occupa di uno dei temi più popolari nella ricerca in Fisioterapia degli ultimi 15 anni: le manipolazioni vertebrali. In particolare i colleghi ci presentano una analisi Evidence Based del significato clinico del crack o pop, il suono articolare che solitamente accompagna la manipolazione. Lo “scroscio” articolare è certamente l’aspetto più affascinante di questa tecnica, quindi mi aspetto che siate ansiosi di leggere i risultati della ricerca dei colleghi.
Il terzo articolo del collega Colati R riporta i dati preliminari di una ricerca finalizzata alla valutazione degli effetti del kinesio taping nei pazienti con distorsione di caviglia. Nello specifico sono stati registrati e confrontati parametri statici e dinamici dell’appoggio e del passo con e senza taping grazie ad un baropodometro elettronico. Per saperne di più non vi resta che leggere Scienza Riabilitativa…

Scarica la Rivista

Come sempre un grazie di cuore a tutto il Board di Scienza Riabilitativa e ai colleghi che scelgono di condividere i risultati del loro lavoro sulla nostra Rivista contribuendo alla crescita professionale di tutti.
Buona lettura a tutti.

Aldo Ciuro