Riabilitazione del viso e dell’articolazione temporo-mandibolare nella Sclerosi Sistemica (SSc)

Nella Sclerosi sistemica (SSc) le alterazioni del viso e della bocca causano disabilità e modificazioni estetiche con conseguente compromissione dell'autostima e della qualità della vita. Lo scopo di questo studio è quello di verificare gli effetti di due protocolli riabilitativi sulla mimica facciale e sul miglioramento dell’apertura della bocca.

Nella Sclerosi sistemica (SSc) le alterazioni del viso e della bocca causano disabilità e modificazioni estetiche con conseguente compromissione dell’autostima e della qualità della vita. Lo scopo di questo studio è quello di verificare gli effetti di due protocolli riabilitativi sulla mimica facciale e sul miglioramento dell’apertura della bocca.

Metodi: un totale di 47 pazienti con SSc (40 femmine e 7 maschi, età media ± DS 59,08 ± 10,31 anni), sono stati selezionati con metodo random: 22 sono stati assegnati in modo casuale al protocollo 1 [esercizi domiciliari per articolazione temporo-mandibolare (ATM), mimica, masticazione e rachide cervicale] e 25 al protocollo 2 (esercizi domiciliari e procedure fisioterapiche combinate eseguite da un fisioterapista specializzato). Ogni trattamento ha avuto una durata di 12 settimane con un follow-up di 8 settimane. Sono stati valutati la disfunzione dell’ATM, il coinvolgimento oro-facciale, la disabilità, la qualità di vita al momento dell’arruolamento (T0), al termine del trattamento (T1) e al follow up (T2).

Risultati: sia il Protocollo 1 che il Protocollo 2 hanno indotto miglioramenti significativi di alcuni aspetti e parametri clinici, ma sono stati ottenuti risultati migliori con il Protocollo 2. Nel confronto tra gli effetti del Protocollo 1 e del Protocollo 2 a T1 e T2, c’era una differenza significativa osservata solo per la disabilità della bocca in SSc [MHISS; Totale (p = 0,00178)] e per la sottoscala del MHISS relativa all’apertura della bocca (p = 0,0098) a T1. Non è stata osservata alcuna differenza significativa tra i due protocolli negli indici dell’SF36.

Conclusione: i dati attuali suggeriscono che il coinvolgimento dell’ATM in SSc può essere gestito da trattamenti riabilitativi. L’azione di un fisioterapista specializzato che prescrive e personalizza gli esercizi produce migliori effetti terapeutici.

Lavoro pubblicato Mauro Passalacqua

ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI

Dati ufficiali della Protezione Civile elaborati da A.I.FI. e aggiornati tutti i giorni alle ore 18:30.
Conosciamo nel dettaglio i nuovi membri del Comitato Esecutivo Nazionale (CEN), eletti nella scorsa Assemblea dei Soci del GIS Fisioterapia Neurologica e Neuroscienze.
A breve scadranno le iscrizioni per il nostro corso riguardo il “MANAGEMENT NELLE LESIONI MUSCOLARI NELLO SPORTIVO” ,ci sono ancora gli utlimi posti disponibili. Vi aspettiamo!
Agosto 2022 il nuovo Webinar IFOMPT: “Reframing how we care for people living with persistent MSK pain” – Cosa aspetti clicca subito sul link!
Siamo felici di annunciare il nuovo corso ECM proposto da Formed ECM & Sport Health Academy, patrocinato da Aifi: “Diastasi addominale: dal trattamento conservativo al trattamento post chirurgico”. Se sei interessato clicca sull’articolo per saperne di più.
La compilazione è volontaria e richiede pochi minuti. Le risposte saranno utilizzate esclusivamente per questa ricerca.