30/12/2018

Prosegue la battaglia per il rispetto della legalità

Alcune azioni che tutti possiamo compiere

Prosegue la battaglia di AIFI e delle associazioni maggiormente rappresentative delle altre professioni sanitarie, nonché dello SPIF-AR e di tante altre realtà, contro l’art.537.
Abbiamo inviato, assieme alle altre AMR riunite nel CONAPS, una Lettera aperta alle principali fautrici della norma salva-abusivi.

In molti ci chiedono come poter contribuire. Ecco alcuni esempi:

  • Far sentire la nostra voce in particolare a parlamentari di Lega e Movimento5Stelle tramite contatti personali. Inviare a loro la “Lettera aperta CONAPS”. Chiedere che vengano abrogati o pesantemente modificati il 283-bis e correlati, non tanto nel passaggio alla Camere (in cui verrà posta una scontata fiducia), ma nel prossimo provvedimento legislativo che avrà una corsia parlamentare preferenziale, come il Decreto Milleproroghe di gennaio;
  • Far sentire la nostra voce sui media. Attivare tutti i nostri contatti con giornalisti di tv, radio, carta stampata e testate web per far capire perché il modo in cui è scritto il 537 è pericoloso per la salute dei cittadini. Se avete contatti da passarci o bisogno di supporto per vostri interventi, scriveteci in messenger;
  • Far sentire la nostra voce ai sindacati. Volevano “salvare posti di lavoro” ma non si rendono conto che la toppa messa dal Governo apre una voragine in termini di legalizzazione dell’abusivismo. Se non vogliono rendersi complici di questo scempio, devono chiedere con noi abrogazione e modifiche al 283-bis per risolvere in altro modo le (poche) situazioni critiche. E se non ci ascoltano, siamo pronti a chiedere di non rinnovare le tessere;
  • Far sentire la nostra voce ai cittadini. Raccontare loro l’accaduto. Far capire che, con la falsa scusa di salvare posti di lavoro, stanno legalizzando di fatto l’abusivismo, non solo in fisioterapia ma anche per tutte le altre professioni. Stiamo predisponendo materiale di semplice lettura. Ogni contributo è bene accetto!

Scendiamo in piazza? Al momento opportuno, se servirà, SI

Abbiamo fatto abrogare l’1-septies. Vinceremo anche questa battaglia

Abbiamo chiesto al ministro Grillo e all’on. Lorefice un impegno tangibile, già nella discussione alla Camera della finanziaria, a modificare questo scempio. Se non lo otterremo, siamo pronti alla mobilitazione di piazza, sfruttando eventi di mobilitazione già previsti da altre categorie in gennaio in modo da avere una ampia cassa di risonanza.

MANOVRA FINANZIARIA IN DISCUSSIONE ALLA CAMERA

Con il passaggio del testo dal Senato, i commi che rischiano di aprire una grande sanatoria per abusivi di professioni sanitarie sono diventati i commi 537-542
Continuiamo insieme il pressing su Deputati di maggioranza e opposizione per aver un loro impegno concreto a cambiare questa norma nel prossimo provvedimento che avrà un iter parlamentare preferenziale e che venga discusso e approva già nelle prime settimane di gennaio.

Scrivete loro messaggi personali e allegate la Lettera Aperta CONAPS che trovate sul nostro sito https://aifi.net/lettera-aperta-del-conaps/

Se non avremo segnali positivi, siamo pronti alla mobilitazione con SPIF-AR e con tutte le altre associazioni delle professioni sanitarie che vorranno difendere con noi legalità e giustizia

#NOsanatoriaABUSIVIsanitari