Patto tra fisioterapisti e cittadini

Migliorare l’efficacia delle prestazioni, l’efficienza dei servizi riabilitativi, la comunicazione e l’informazione nei confronti dei pazienti. Sono alcuni degli impegni presi con i cittadini dai fisioterapisti italiani nel protocollo d’intesa sottoscritto il 22 ottobre a Tirrenia (Pisa) durante il congresso nazionale dell’Aifi. A firmare l’accordo, Vincenzo Manigrasso, presidente dell’Aifi (Associazione fisioterapisti italiani), l’organizzazione di categoria maggiormente rappresentativa in Italia con i suoi 10mila soci, e Stefano A. Inglese, responsabile nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva. Non un’enunciazione astratta di intenti, ma una serie obiettivi precisi.
“L’intesa non è frutto di una generica volontà di collaborazione, ma è il tentativo di dare significato e concretezza all’evoluzione dei rapporti tra assistente e assistito” risponde Manigrasso. “I nuovi professionisti sanitari devono accollarsi le responsabilità che derivano dalle maggiori competenze, facendosi carico, per la propria parte, di migliorare e qualificare l’offerta, condividere le scelte terapeutiche con i pazienti, garantire l’accessibilità ai servizi”.

Protocollo d’intesa AIFI-Tdm

ACCEDI

TESSERAMENTO

SEI UN FISIOTERAPISTA?
ISCRIVITI AD AIFI

SOCIO DAL 2013?
RINNOVA L’ISCRIZIONE

SEI ISCRITTO 2018?
STAMPA RICEVUTA

ISCRITTI 2018

ORDINARI

 

STUDENTI

VIDEO

Loading...

SITI REGIONALI

DALLE AZIENDE

Dalle Aziende