Nuovo statuto AIFI disponibile online il testo

Un evento che potremmo definire “storico”: a fine ottobre si è tenuto il Congresso Nazionale A.I.FI., appuntamento che ha sancito il completamento del percorso di trasformazione in Associazione Tecnico-Scientifica (ATS), punto di approdo di un cammino e di un lavoro di più di due anni. All'interno della due giorni è stato anche presentato, discusso, emendato e votato il nuovo Statuto di A.I.FI., che, conclusi i dovuti passaggi amministrativi, viene oggi pubblicato on line sul portale dell'Associazione.

Lo Statuto è strutturato in sei Titoli e venticinque Articoli.
All’art. 1 viene sancita la modifica di denominazione che ben sintetizza il cambio di mission dell’Associazione: da Associazione Italiana “Fisioterapisti” a Associazione Italiana “di Fisioterapia”.
L’elezione della Commissione Nazionale d’Albo, a settembre, ha sancito la transizione ad essa della rappresentanza esponenziale della professione. La nuova AIFI, quindi, potrà rivolgere tutte le sue forze allo sviluppo della disciplina e della scienza della Fisioterapia proponendosi pienamente come Associazione Tecnico Scientifica di riferimento per la professione del Fisioterapista, in relazione a quanto definito dalla legge Geli Bianco, e come “riferimento per la promozione e la crescita scientifica, etica e umana dei Fisioterapisti nell’interesse degli individui e della comunità”.

Gli obiettivi associativi dell’ATS sono ben precisati dal nuovo Statuto (art. 2): Linee guida e Buone prassi; studi e ricerche e sperimentazioni; nuovi modelli operativi; supporto tecnico-scientifico alle Istituzioni pubbliche e private nella programmazione sanitaria e sociale; collaborazioni con le Università; formazione continua in fisioterapia; attività di supporto dei soci per il miglioramento della loro pratica clinica e professionale; collaborazioni internazionali, con altre società scientifiche con associazioni di cittadini, con enti e istituzioni pubbliche e private; opere editoriali; diffusione di una corretta informazione sui diversi ambiti di interesse della Fisioterapia.

Cambia poi l’architettura organizzativa: i Gruppi di Interesse Specialistico diventano architrave associativo per lo sviluppo culturale nei molteplici ambiti della Fisioterapia; le Aifi regionali diventano Sezioni Territoriali di un’unica grande realtà, integrando anche i referenti regionali dei Gis, con l’obiettivo di promuovere e attuare una capillare realizzazione “di prossimità” delle nuove funzioni e attività associative; il Comitato Scientifico, oltre che garante della produzione scientifica, diventa anche propulsore dello sviluppo in vari campi tra cui la ricerca.

Un’organizzazione nuova, dinamica, articolata, ricca di prospettive e risorse per un obiettivo alto ed entusiasmante: sviluppare la Fisioterapia per trovare e diffondere nuove strategie di risposta ai bisogni di salute dei singoli e delle comunità.

Dietro a un nuovo Statuto c’è questo e, soprattutto l’impegno e la passione di centinaia di volontari che inizieranno o continueranno a mettere a disposizione tempo ed energie per questi alti obiettivi a servizio di tutta la comunità professionale e di tutti i cittadini.

Buona lettura!