Riceviamo dalle OO.SS. la notizia della grave battuta d'arresto nell'iter per la definitva approvazione del rinnovo contrattuale della sanità pubblica atteso dagli operatori del settore da più di 27 mesi. La Corte dei Conti, sollevando rilievi di natura puramente formale, e non avrebbe potuto essere altrimenti dal momento che è ampiamente garantita la copertura dell'onere economico, determina uno stop che potrebbe avere immediate e pesanti ripercussioni a livello nazionale. Di seguito forniamo il testo dei comunicati.

Roma, 30 marzo 2004

Ai Presidenti degli Ordini
Al Collegio delle Professioni Sanitarie

Loro Sedi

Oggetto: Ricusazione della Corte dei Conti del CCNL 2002-2005 sanità

Gentili Presidenti,

Vi informo che la Corte dei Conti nella riunione odierna non ha approvato il CCNL 2002-2005 del personale della Sanità.

Tutto ciò accaduto malgrado nella riunione tecnica di ieri la Corte dei Conti non avesse preannunciato nessun rilievo in merito al contratto.

Inutile sottolineare l'estrema gravità della situazione che ora si configura e ci riserviamo di inviare le decisioni assunte unitariamente.

Cordiali saluti.

IL SEGRETARIO NAZIONALE
(Daniela Volpato)

Segreterie Nazionali

Roma, 30 marzo 2004

Alle strutture Regionali e Territoriali
FP CGIL CISL FPS UIL FPL

In data odierna abbiamo ricevuto la notizia che le Sezioni riunite della Corte dei Conti non hanno positivamente registrato il CCNL 2002-2005 del personale della sanità a causa di rilievi di tipo assolutamente formale.

Riteniamo tale decisione di una gravità estrema, dopo 27 mesi dalla scadenza del contratto, dopo 3 mesi dalla sigla della pre intesa, che ha seguito una lunga serie di iniziative di mobilitazione indette dalla nostre organizzazioni sindacali, a cui hanno aderito numerosi tutti i lavoratori d'Italia, con la conseguente conclusione positiva del contratto, che ha risposto a tutte le richieste economiche e normative della nostra piattaforma unitaria.

La gravità del momento ci impone di assumere alcune iniziative tempestive ed efficaci, al fine di attivare tutti i percorsi utili per una soluzione positiva della situazione venutasi a determinare.

A tal fine come Segreterie nazionale FP CGIL CISL FPS UIL FPL abbiamo proclamato l'immediato stato di agitazione di tutto il personale del comparto sanità.

Vi chiediamo inoltre di attivare un'informazione capillare, in tute le aziende sanitarie dei vostri territori, al fine di far conoscere a tutti i lavoratori le iniziative già attivate dalle nostra organizzazioni sindacali, nei confronti del Governo e di tutti i soggetti istituzionali, che hanno dimostrato anche in questa occasione la scarsa volontà di assumere i problemi dei lavoratori e dei cittadini come priorità della loro azione di rappresentanza.

Certi del vostro rinnovato impegno anche in questa occasione vi porgiamo cordiali saluti

FP CGIL CISL FPS UIL FPL
Rossana Dettori Daniela Volpato Carlo Fiordaliso