A.I.FI. – FVG e A.C.S.M.: comunicato-stampa

L'A.I.FI. – Friuli-Venezia Giulia e l'Associazione Culturale delle Scienze Motorie hanno organizzato lo scorso 3 dicembre, con il patrocinio dell'Università degli Studi di Udine, un dibattito sulle figure professionali e sui percorsi formativi del laureato in Fisioterapia e del laureato in Scienze Motorie, dal titolo "Una scelta di campo tra comuni interessi".
E' ormai notorio l'interesse suscitato dall'iniziativa e dall'articolo che le ha fatto seguito: "Fisioterapisti e Laureati in Scienze Motorie: la collaborazione nasce dalla chiarezza". Interesse che si è esteso a tutto il territorio nazionale, a dimostrazione di quanto siano sentiti l'esigenza di collaborare fra le due Professioni ed il bisogno di chiarezza per gli studenti che si apprestano alla scelta del corso di laurea.

Non senza sorpresa, tuttavia, A.I.FI. – FVG e A.C.S.M. sono venute a conoscenza di uno scambio epistolare, pubblicato nella home page del sito dell'Unione Nazionale Chinesiologi (www.unc.it).

Lo scambio epistolare tra il signor Berloffa, Presidente UNC, ed il signor Giustini, Presidente SIMFER, richiamando proprio l'iniziativa e l'articolo succitati, contiene espressioni gravemente lesive per il redattore dell'articolo, per l'A.I.FI. – FVG, per l'A.C.S.M. e per le personalità che con le due Associazioni hanno collaborato in quell'iniziativa (fra le quali il Rettore dell'Università di Udine, il Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia ed i Presidenti dei Corsi di Laurea di Fisioterapia e Scienze Motorie dello stesso ateneo), come "scrivere articoli farneticanti"; "risibili affermazioni"; "alcune frange sempre più isolate e quindi anche irose e farneticanti".
Queste affermazioni sono tese, con linguaggio e argomentazioni, peraltro scientificamente discutibili, a irridere lo sforzo degli organizzatori e screditare i contenuti emersi in quel dibattito.
La pubblicazione sul sito www.unc.it di tale scambio epistolare rappresenta un attacco agli obiettivi di chiarezza che sottendono all'iniziativa voluta dalle due Associazioni, in un settore nel quale molti vorrebbero continuare a giovarsi di una situazione di confusione.

L'A.I.FI. – FVG e l'A.C.S.M. ribadiscono la validità e l'utilità dell'iniziativa del 3 dicembre e la necessità di mantenere aperto il dialogo e la disponibilità al confronto, con chiunque vi sia disponibile, facendo sfumare i toni polemici ed incentrandosi invece su tematiche scientifiche e culturali.

Il Presidente A.I.FI. – FVG Il Presidente A.C.S.M.
Giorgio Sirotti Roberto Salvini

Udine, 14 settembre 2004