L'Autorità Garante della Concorrenza e del mercato, accogliendo il ricorso inoltrato dall'AIFI e da alcuni utenti, ha imposto la correzione dell'annuncio di televendita dell'elettrostimolatore TESTMED che veniva proposto ai potenziali acquirenti come prodotto consigliato dai "migliori fisioterapisti". Tale affermazione è stata ritenuta ingannevole e infondata poichè basata sulla testimonianza, peraltro non documentata, di alcuni utilizzatori finali del prodotto.