L'A.I.T.R. (Associazione Italiana Terapisti della Riabilitazione/Fisioterapisti) del Lazio, la S.I.R.I. (Scuola Italiana di Riabilitazione Integrata) e la FONDAZIONE SANTA LUCIA – IRCCS (Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico), al passo con i tempi della moderna Riabilitazione e perfettamente in linea con la più recente innovazione sanitaria costituita dalla iniziativa istituzionale del Ministero della Salute relativa alla Educazione Continua in Medicina, che impone alle professioni dinamiche costanti di aggiornamento disciplinare, hanno indetto ed organizzato, a Roma, per i giorni 18 e 19 Ottobre prossimi, un importantissimo Congresso Internazionale.

Il Congresso, dal titolo "Ragionamento e integrazione in Riabilitazione", che si terrà presso il Centro Congressi dell'IRCCS-Santa Lucia, situato in via Ardeatina, 342, riporta, in termini di "motivazioni" e di "proposta", così come riferito nel programma illustrativo, le seguenti considerazioni di carattere scientifico elaborate dagli organizzatori:

In ambito scientifico, organizzare le conoscenze in forma e all'interno di discipline è fondamentale per dare corpo alla conoscenza stessa che, altrimenti, sarebbe qualcosa di inafferrabile; si organizzano così i concetti ed anche un linguaggio che, mentre da un lato, esaltano le peculiarità della disciplina, dall'altro rischiano di chiuderla rispetto alle altre discipline, tendendo all'iperspecializzazione, al dominio quanto più possibile esclusivo su un ambito di conoscenza. Il rischio è che ogni esperto cerchi di impedire incursioni di altri concetti considerati estranei nel proprio frammento di sapere, nel dominio delle idee che considera sua esclusiva proprietà.
In questo modo, qualsiasi disciplina pone a sé stessa anche limiti al conoscere e il rischio implicito del proprio studiare, cercare e agire è proprio quello di ridurre e semplificare, parcellizzare, le possibilità di comprendere proprio l'oggetto studiato.
Consideriamo la Riabilitazione una disciplina oggi matura per affrontare la riflessione proprio sul tema dell'iperspecializzazione.
In questo congresso proponiamo un confronto sulla seguente ipotesi:

è possibile integrare diversi saperi, intrecciare discipline e scienze dell'uomo, riconoscere e connettere punti di contatto tra percorsi metodologici diversi, per formare una vasta rete di conoscenze e salvaguardare così una visione globale dell'individuo, della sua unicità e peculiarità, non solo sul piano umano, ma anche su quello clinico, rispettandone, quindi, la complessità?

In questo Congresso non proponiamo una vetrina di Autori, bensì un'ipotesi di percorso, non alla ricerca di un metodo, ma perché ogni metodo ci insegni ad imparare e al tempo stesso perché ogni scuola di pensiero apprenda ad apprendere.
Estremamente ricco ed articolato è il novero dei relatori e dei moderatori tra i quali spiccano nomi di valenza internazionale quali: Andreotti, Ems, Luetchford, Smeets, Souchard e Valentiny.
Responsabili della Segreteria Scientifica sono Giuseppina Castellano ed Adele Falino.
Per informazioni più approfondite sui diversi aspetti del Congresso, è a disposizione, presso la Segreteria Organizzativa dell'A.I.T.R.. Lazio, Michele Manca, che risponde al numero di Telefono/Fax 06/86218034 (Martedì dalle ore 10,00 alle ore 13,00, Lunedì e Giovedì dalle 15,00 alle 18,00) ed all'indirizzo E-mail aitr.lazio@tiscali.it.
Di seguito, il programma dei lavori articolato per giorni e per sessioni.