Corso Hip replacement: practical workshop EBP

Sabato 29 gennaio a San Nicolò a Tordino, in provincia di Teramo, si terrà l'evento formativo "Hip replacement: practical workshos EBP" proposto dalla Sezione Territoriale AIFI Abruzzo per approfondire la riabilitazione post protesi d'anca dal un punto di vista neurologico, manuale, geriatrico e sportivo. L'iscrizione è gratuita per i soci AIFI 2022: tesserati subito!

Sabato 29 gennaio 2022 ore 15.30-19.30
Centro fisioterapico NeuroRiab
Via Vincenzo Bindi 45/A
San Nicolò a Tordino (TE)

Sabato 29 gennaio a San Nicolò a Tordino, in provincia di Teramo, si terrà l’evento formativo in presenza Hip replacement: practical workshos EBP promosso dalla Sezione Territoriale AIFI Abruzzo in collaborazione con i referenti regionali dei GIS Fisioterapia Neurologica e Neuroscienze, GIS Terapia Manuale, GIS Geriatrico e GIS Sport. Si tratta di un’importante occasione di approfondimento teorico e pratico attorno al tema della riabilitazione post protesi d’anca, affrontato da un punto di vista neurologico, manuale, geriatrico e sportivo.

L’evento è gratuito per i soci AIFI: clicca qui per iscriverti o rinnovare il tesseramento ad AIFI 2022

La sostituzione protesica dell’articolazione coxo-femorale, sia essa parziale che totale, è una delle operazioni più frequenti in chirurgia ortopedica e include una fetta di popolazione molto ampia che parte, salvo eccezioni, dalla sesta decade di età fino ad arrivare all’anziano.
Di conseguenza la rispettiva riabilitazione si colloca come uno degli interventi riabilitativi più comuni che i fisioterapisti si trovano ad affrontare quotidianamente nella loro pratica clinica.
Per questi motivi è fondamentale saper inquadrare bene il paziente in ottica biopsicosociale in modo da mettere in campo tutte le azioni necessarie per permettere allo stesso di tornare ad avere una qualità di vita il più possibile vicina a quella pre-operatoria.

Obiettivo del corso è offrire ai fisioterapisti che parteciperanno, attraverso una serie di workshops pratici, le skills necessarie per approcciare alla riabilitazione della protesi d’anca a 360 gradi: spaziando da cosa succede a livello neurologico in conseguenza all’operazione e come recuperare la perdita della relazione centro-periferica, a quali tipi di approcci manuali possano essere di maggiore aiuto, passando per quale sia la gestione più accurata per un paziente anziano e concludendo con importanti indicazioni sul come tornare a praticare un attività sportiva quotidiana, soprattutto per i pazienti più giovani e attivi. Il tutto, necessariamente, in ottica EBP.

Grafici con gli andamenti dei contagi covid19 in Italia e per regioni
Torna su