Rinnovato il Comitato Esecutivo Nazionale del GIS Fisioterapia Geriatrica in carica per il triennio 2021-2024, presieduto da Gilberto Cherri. Con lui, Stefano Primavera (Segretario Nazionale), Sara Dal Ben (Consigliere, Referente Comunicazione), Marco Da Roit (Consigliere, Member Country Representative in IPTOP), Francesco Bucchi (Consigliere, Referente Formazione e Ricerca), Anna Maria Foggetti (Consigliere) e Sonia Martinotta (Consigliere).

Presidente Gilberto Cherri, quali sono i principali obiettivi che il GIS Geriatrico si propone di perseguire durante questo nuovo mandato?

Innanzitutto, desidero ringraziare i colleghi del CEN uscente, il Past President e tutta AIFI per quanto fatto nel precedente mandato, ed i colleghi del CEN neoeletto per questa nuova opportunità che mi è stata data di essere nuovamente parte attiva nel GIS in Fisioterapia Geriatrica per un nuovo triennio di attività.
Molti sono gli obbiettivi che ci accumunano, molti fanno parte della storia del GIS ed altri ne rappresentano presente e futuro, sicuramente quello di continuare nello sviluppo scientifico, professionale e culturale della professione del fisioterapista nella dimensione dell’invecchiamento, il continuare nel percorso per la promozione delle buone pratiche, tutela dei diritti e superamento della contenzione nell’assistenza e cura della persona anziana, ma non solo.

Quali le principali sfide da affrontare? E come?

Molte delle sfide che ci attendo sono comuni a quelle che attendono tutta la nostra professione e AIFI, per noi particolarmente cruciale sarà lavorare nella costruzione e consolidamento dell’identità tecnico-scientifica del fisioterapista che si occupa delle persone nella dimensione dell’invecchiamento, le mutate condizioni epidemiologiche dell’epoca che stiamo vivendo con la prevalenza oramai acclarata delle malattie a lunga durata impone alla nostra professione un cambio di marcia, un’accelerazione nella dimensione di facilitatori dell’invecchiamento sano e attivo, responsabili degli aspetti della prevenzione (primaria, secondaria e terziaria), parallelamente allo sviluppo della dimensione riabilitativa nell’ambito delle malattia a lunga durata.
Come pensiamo di perseguire tutto ciò? Sicuramente con duro lavoro, contribuendo all’interno di AIFI all’implementazione di una cultura “scientifica”, lavorando sulla consapevolezza professionale dei colleghi impegnati nell’ambito dell’invecchiamento, della gerontologia e geriatria.
Ma anche sviluppando relazioni con le altre professioni e acquisendo la consapevolezza del ruolo strategico di riferimento che possiamo/dobbiamo svolgere all’interno dell’equipe multiprofessionali che si occupano dell’assistenza, cura e riabilitazione della persona anziana e/o affetta da malattia a lunga durata.

 

L’augurio di buon lavoro del presidente nazionale AIFI Simone Cecchetto e del consiglio: “Esprimiamo il più vivo ringraziamento al CEN uscente per il lavoro fatto in questi anni e in modo speciale a Melania Salina e Stefano Primavera, che si sono avvicendati alla guida in questo triennio, per la presenza attenta e costante in DN/CNOA e per aver favorito una crescita del GIS in linea con la nuova mission di AIFI. Inviamo i migliori auguri di buon lavoro al nuovo CEN e al neo presidente Gilberto Cherri per una piena realizzazione degli obiettivi che il nuovo Statuto prevede per un GIS e per le tante sfide che attendono questo importante ambito di sviluppo della Fisioterapia”.