Giornata dell’incontinenza urinaria il NIS AIFI partecipa all’evento promosso da FINCOPP

Domenica 28 giugno è la Giornata nazionale dell’Incontinenza Urinaria: un problema di cui soffrono oltre 5 milioni di italiani, di cui il 60% sono donne e che incide sulla qualità della vita, sui rapporti sociali e sulla sessualità.
Nonostante sia un problema molto diffuso, è difficile valutare con precisione quale sia il numero effettivo delle persone che ne soffre, perché per tanti rappresenta ancora un tabù: per questo viene spesso trascurata da un gran numero di pazienti che evitano di parlarne al medico per imbarazzo o vergogna. Eppure la prevenzione, la diagnosi precoce e la riabilitazione (ancor prima della chirurgia), sono le armi vincenti per sconfiggere l’incontinenza.

Il 28 giugno è quindi un’occasione pubblica per abbattere i tabù e parlare liberamente di incontinenza e delle possibili terapie, in primis la riabilitazione, riconosciuta come terapia di primo intervento. Stime indicano che lo Stato, tramite Regioni Centrali Acquisto ed ASL ogni anno spendono oltre 380 milioni di euro (più IVA 4% + costi della filiera) per i soli pannoloni, mentre riabilitando le persone i costi si riducono drasticamente, liberando le persone (e in primis le donne) da questo grande disagio etico e relazionale. Su questo tema è attivo il NIS-AIFI “Fisioterapia del pavimento pelvico”, che ha l’obiettivo di promuovere la tutela dei diritti dei pazienti con disturbi al pavimento pelvico e garantire l’appropriatezza delle cure.

Proprio il NIS Pavimento Pelvico A.I.FI. insieme alle Associazioni di pazienti, gli Ordini Professionali e le Società Scientifiche coinvolte in questo ambito, si trovano riunite insieme il 28 giugno all’interno di un evento online promosso da FINCOPP (Federazione Italiana Incontinenti e Disfunzioni del Pavimento Pelvico) per divulgare la “XV Giornata dell’Incontinenza” ed i suoi temi: l’appuntamento, dalle ore 10.00 alle 12.00, è per tutti sulla pagina Facebook per una diretta streaming aperta ai Pazienti, ai Centri sull’Incontinenza, ai Professionisti della Salute, alla Stampa e alla Cittadinanza.
fincopp