Più di duecento partecipanti accreditati, provenienti da tutta Italia, e una lunga giornata di interventi, testimonianze, discussioni. È questo il bilancio, più che positivo, del convegno "Formazione, modelli organizzativi e governo clinico nella professione", tenutosi a Roma il 24 settembre scorso. Organizzato dall'Aifi, Associazione italiana fisioterapisti, nell'aula congressi della casa di cura San Raffaele Pisana (gruppo Tosinvest Sanità) in occasione del 10° anniversario del profilo professionale e della "Giornata mondiale della fisioterapia" promossa dalla Wcpt (World Confederation for Physical Therapy), ha visto la presenza di diciannove professionisti, tra relatori e moderatori. Il risultato è stata un'analisi a tutto campo dei cambiamenti e dei percorsi compiuti in questi dieci anni dal fisioterapista nelle strutture sanitarie, nelle università e più in generale nel sistema salute. "Dall'incontro è emerso un quadro d¹insieme delle tante cose che sono state fatte fino a oggi" commenta Vincenzo Manigrasso, presidente Aifi. "Le azioni intraprese in tutte le direzioni sono molte e rappresentano un patrimonio di ricchezza meritevole di essere coltivato, ampliato e diffuso". Il convegno va considerato un punto di partenza e non di arrivo, e si è infatti concluso con l'impegno ad approfondire nei prossimi mesi i temi caldi ancora aperti della professione.

Leggi il programma e gli abstract: