1.500 atleti, per 12 discipline. Sono i numeri dei Giochi nazionali estivi Special Olympics Italia dedicati agli sportivi con ritardo mentale: per otto giorni, dal 3 al 10 luglio, daranno vita in alcuni degli spazi più importanti della Capitale come il Foro Italico e il Palazzetto di viale Tiziano, a numerose gare. Atletica, nuoto, tennis, judo, basket e pallavolo. E poi ancora canottaggio simulato, mountain bike, equitazione. Un programma fitto di competizioni, per favorire la crescita individuale e l¹autonomia nelle persone con handicap mentali.

Ma le Special Olympics, fondate nel 1968 da Eunice Kennedy, e oggi arrivate a coinvolgere oltre un milione di atleti in 165 paesi, non hanno solo una valenza sportiva. Accanto alle gare, infatti, ci saranno altri eventi volti ad aiutare tutti, partecipanti e non, a comprendere quanto sia importante per la salute il movimento fisico. All¹interno del Foro Italico è stata allestita un¹area dedicata al benessere fisico e alla prevenzione, con medici e volontari pronti ad effettuare screening a chi si vorrà sottoporre.

Tra le altre iniziative, anche la possibilità di sostenere la manifestazione. Senza spostarsi da casa, si può chiamare il 412 da qualsiasi telefono fisso: digitando il 5 si fa in modo che Telecom Italia devolva automaticamente a favore di Special Olympics Italia il costo della chiamata, pari a 2 euro (Iva esclusa).