🎙️La nuova realtà lavorativa per i fisioterapisti all’interno delle residenze sanitarie per anziani

Per la rubrica Oltre i Confini FT, Giulia Dal Ben del GIS Fisioterapia Geriatrica A.I.FI. intervista Barbara Carraro e Giulia Milani
carraro

🗣️ Barbara Carraro

milani

🗣️ Giulia Milani

🔴 Il Covid-19 colpisce prevalentemente la popolazione anziana fragile, quindi anche gli anziani che vivono nelle Residenze Sanitarie “Protette”. Per questo gli anziani necessitano di maggior attenzione da parte del mondo assistenziale, di cura e riabilitativo.
Tuttavia le norme sanitarie in riferimento all’emergenza sanitaria pongono dei limiti di attività per chi assiste gli anziani, necessari a contenere il contagio.

🔴 Anche come fisioterapisti, è utile trovare nuovi modi per agire in risposta alle esigenze di protezione degli assistiti nelle Residenze per Anziani.

🔴 Non dobbiamo dimenticare che il movimento e l’attività fisica sono elementi fondamentali per la salute delle persone, soprattutto quando anziane, e delle persone che con-vivono con la demenza, perché consentono di consolidare e proteggere le proprie abilità dalla progressione della malattia.

🔴 È necessario quindi riorganizzare il servizio fisioterapico rispettando le misure cautelative, ma non rinunciando alla continuità riabilitativa, con diverse proposte di riorganizzazione degli spazi e delle attività secondo le norme di distanziamento sociale e predisponendo piani da attuare in caso di sospensione improvvisa del servizio.

In questa breve intervista, oltre a portare la loro testimonianza che racconta la loro realtà attuale di lavoro, le fisioterapiste Giulia Milani e Barbara Carraro, insieme alla collega fisioterapista Sara Dal Ben, affrontano il tema, sottolineando alcune criticità e proponendo soluzioni e suggerimenti, per un intervento di cure fisioterapiche rivolto alla persona anziana residente nelle strutture.

[yotuwp type=”videos” id=”320YnWqfC5s” ]