Anche a luglio ho il piacere di presentarvi i “cosa succede” di Scienza Riabilitativa, per una lettura rinfrescante
Nel volume 18.2, scarica la rivista, troverete 3 articoli decisamente interessanti.

Il primo articolo, in lingua inglese, della collega Allera Longo et Al ci parla del ruolo della Rieducazione Posturale Globale (RPG) nel trattamento della lombalgia cronica.

Si tratta di un RCT pilota che ha valutato l’efficacia di una particolare postura della RPG in aggiunta ad un programma di Fisioterapia supervisionata, rispetto al solo programma di trattamento supervisionato. Sono stati valutati outcome clinicamente rilevanti come dolore e disabilità ma anche fisiologici come la misurazione ecografica della contrazione del multifido…

vi ho incuriositi vero?

Nel secondo articolo la collega Piccinini e gli altri autori ci presentano uno studio complesso, poco comune ma veramente originale. Si tratta di uno studio con un disegno doppio: un “single study design A-B-A1 withdrawal” accompagnato da una analisi qualitativa. Lo studio si è occupato di valutare gli effetti sulla qualità del sonno di un sistema posturale a letto nei bambini con cerebropatie gravi (single study design) e del parere dei genitori riguardo l’utilizzo di taleausilio (analisi qualitativa).

Certamente si tratta di un argomento ultraspecialistico ma sono sicuro che dalla lettura di questo articolo si potranno trarre tanti spunti per la conduzione di altri studi in specialità differenti.
Il terzo articolo è una recensione scritta dai colleghi Marcheselli e Cortellini inerente L’articolo articolo originale di Fischer et Al pubblicato a gennaio 2016 sulla rivista Psychoneuroendocrinology.

Nella loro recensione i colleghi ci descrivono lo studio della Fischer che ha indagato la relazione tra stress e dolore nella vita di tutti i giorni in pazienti con fibromialgia. Molto interessante risulta essere l’analisi rispetto alla potenziale ricaduta clinica dei risultati dello studio per i fisioterapisti che si occupano della gestione di pazienti fibromialgici in particolare e di tutti pazienti don dolori cronici diffusi in generale.

Come sempre un grazie di cuore a tutto il Board di Scienza Riabilitativa e ai colleghi che scelgono di condividere i risultati del loro lavoro sulla nostra Rivista contribuendo alla crescita professionale di tutti.

Buona estate e buona lettura a tutti.

Aldo Ciuro