(ANSA) – ROMA, 23 GEN

I neuroni sono come piante rampicanti: hanno bisogno, per crescere, di un sostegno strutturale.

Ne hanno ideato uno artificiale scienziati guidati da Samuel Stupp della Northwestern University di Chicago, che potrebbe aprire le porte a nuovi interventi per ripristinare i neuroni nella zona di una lesione al sistema nervoso, ad esempio al midollo spinale.

Il loro sistema è fatto di tanti tuboli minuscoli, larghi 10000 volte meno dello spessore di un capello e di consistenza gelatinosa. Come riferito sulla rivista americana Science gli scienziati stanno già pianificando di testare quest' impalcatura sui topi.

L' impalcatura per neuroni si forma con un tocco di "magia", infatti all' inizio è un liquido informe, e come tale potrebbe essere iniettato nell' organismo con estrema semplicità, ma non appena entra in contatto con i fluidi organici del corpo diventa gelatinoso e si assembla in forma utile. I ricercatori l' hanno testata in vitro con neuroni di topo. Hanno messo in contatto il liquido con preparati di fluido del roditore e cellule staminali del sistema nervoso. Queste hanno cominciato a crescere modellandosi con l'aiuto dell'impalcatura comparsa al contatto col preparato.

Il gel, ammette Stupp, gode anche di un ulteriore trucco, nella sua composizione c'è una molecola che di norma nel cervello stimola la crescita neuronale. Così i neuroni hanno un impulso in più a proliferare.

Iniettandolo nel sito di una lesione al midollo spinale di cavie, ipotizza Stupp, potrebbe guidare la crescita di nuovi neuroni che vadano a riparare il danno.

Ma certo l'impalcatura da sola non è la soluzione del problema, sottolinea l'esperto in conclusione, bisogna anche ideare il modo di iniettare nel sito staminali che contribuiscano a loro volta a produrre nuove cellule nervose (ANSA).