Le cellule nervose staminali hanno attecchito e si sono messe a produrre dopamina. Presso il Dipartimento di Farmacologia della Università di Pechino sono state coltivate in vitro cellule staminali nervose provenienti da embrioni di ratto.

Sono stati inclusi nella sperimentazione 40 topi: 10 controlli sono stati trattati solo con soluzione fisiologica; tutti i rimanenti 30 sono stati trattati con MPTP (una neurotossina che distrugge i neuroni della sostanza nera che degenerano nella malattia di Parkinson).

Di questi 30, 10 hanno ricevuto anche solo soluzione fisiologica; nei rimanenti 20 sono state trapiantate le cellule staminali nervose nello striato, in 10 da una parte sola, in 10 da entrambi i lati.

Le cellule staminali nervose si sono differenziate sia in astrociti (cellule di supporto) che in neuroni dopaminergici ovvero cellule nervose vere proprie, che hanno iniziato a produrre dopamina, il neurotrasmettitore che scarseggia nella malattia di Parkinson.

Domenico D'Erasmo