AUTORI

Maselli F. *,Giovannico G.**, Cataldi F. ***, Testa M.****
*Dottore Magistrale in Scienze Della Riabilitazione, Fisioterapista, Orthopaedic Manipulative Therapist, Docente Master in Riabilitazione dei
Disordini Muscoloscheletrici Università degli Studi di Genova, Sovrintendenza Medica Regionale Puglia INAIL.
**Dottore Magistrale in Scienze Della Riabilitazione, Fisioterapista, Orthopaedic Manipulative Therapist, Docente Master Terapia manuale e
riabilitazione muscoloscheletrica Università degli Studi di Padova, Libero Professionista.
***Dottore in Fisioterapia, Orthopaedic Manipulative Therapist, Master in Riabilitazione dei Disordini Muscoloscheletrici Università degli Studi
di Genova, Libero Professionista.
****Dottore in Fisioterapia, Orthopaedic Manipulative Therapist, Coordinatore Master in Riabilitazione dei Disordini Muscoloscheletrici,
Ricercatore SSD MED 48 Dipartimento di Neuroscienze Università degli Studi di Genova.

ABSTRACT

Introduzione

Il sospetto di frattura da stress all’anca dovrebbe essere considerato anche quando il tradizionale esame radiografico è negativo. Grazie ad una buona specificità ed alla relativa semplicità di esecuzione, il Patellar Pubic Percussion Test (PPPT) è un ottimo strumento a supporto della valutazione dei pazienti con sospetta lesione del femore. In questo case report il PPPT è stato eseguito nella sua versione tradizionale ed in una sperimentale utilizzando una combinazione di un registratore audio digitale ed un software dedicato per analizzare il suono prodotto dalla percussione rotulea.

Case Report

Un paziente di 45 anni, promotore finanziario, maschio, corridore, con dolore all’inguine a sinistra da 2 settimane viene valutato da un fisioterapista.

Discussione

L’esame fisico ha mostrato deficit funzionali importanti dell’anca sinistra e il PPPT era positivo. Il sospetto di frattura da stress all’anca ha spinto il fisioterapista ad indirizzare il paziente dal medico per ulteriori approfondimenti. È stata eseguita una risonanza magnetica (RM) che ha rivelato una frattura da stress all’anca.

Conclusioni

Il PPPT è uno strumento semplice ed utile che, integrato nella valutazione funzionale, può consentire al fisioterapista di individuare quei pazienti che necessitano di ulteriori indagini quando si sospetta una frattura da stress del femore. L’uso di un microfono potrebbe essere una buona soluzione per risolvere il limite legato alla soggettività della interpretazione del suono prodotto dalla percussione delle rotule. È auspicale che in futuro vengano condotti studi osservazionali analitici sull’utilizzo del PPPT con registrazione e analisi strumentale del suono. I risultati di questi studi potrebbero essere utili per identificare dei “valori normativi” del suono prodotto dall’osso sano e dall’osso patologico.

PAROLE CHIAVE: esame fisico, frattura da stress, anca, dolore acuto.

FULL TEXT, riservato ai soli SOCI AIFI

per accedere all’allegato effettua il LOGIN al sito web.

Scienza riabilitativa 16.2 – Art. 3