AUTORI

Mattia Morri, Maria Barbieri, Renato Bortolotti, Elena Bonetti, Miranda Rossi, Lorenza Merli, Enrichetta Zanotti
Servizio di Medicina Fisica e Riabilitativa, Istituto Ortopedico Rizzoli – Bologna -IT

ABSTRACT

Introduzione

Nel periodo post-operatorio la deambulazione è l’obiettivo principale per i pazienti amputati di arto inferiore. Lo scopo di questo studio è di identificare il tempo medio con cui i pazienti recuperano l’abilità deambulatoria, analizzandone i possibili fattori prognostici.

Materiali e metodi

E’ stato condotto uno studio osservazionale retrospettivo. Sono stati inclusi i pazienti operati di amputazione di piede, di gamba, di coscia ed emipelvectomia a causa di tumori dell’osso e delle parti molli da gennaio 2001 al mese di luglio 2011.

Risultati

318 sono risultati essere i pazienti con amputazione di arto inferiore. 41 non avevano ricevuto alcun trattamento fisioterapico. 277 sono i soggetti analizzati. Il 92,4% dei pazienti (256) avevano raggiunto l’obiettivo della deambulazione con un tempo di recupero pari a 4 giorni (mediana al 50° percentile) dall’intervento chirurgico. All’ analisi multivariata emergeva che solo il livello della amputazione era significativo per il raggiungimento dell’outcome.

Conclusioni

I pazienti amputati sono in grado di riprendere il training deambulatorio già durante il periodo di ricovero post-chirurgico anche se un inizio troppo precoce della fisioterapia non sembra in grado di permettere un raggiungimento anticipato della deambulazione. Inoltre i pazienti sottoposti ad emipelvectomia esterna necessitano di un percorso riabilitativo specifico che tenga maggiormente in considerazione le condizioni cliniche generali.

PAROLE CHIAVE: Neoplasie ossee, amputazione, riabilitazione, deambulazione precoce

FULL TEXT, riservato ai soli SOCI AIFI

per accedere all’allegato effettua il LOGIN al sito web.

Scienza riabilitativa 16.2 – Art.1