Erano bel oltre 700 i professionisti sanitari intervenuti oggi a Piazza Navona (Roma), per manifestare a favore dell'approvazione del ddl 1142, cioè per essere riconosciuti attraverso un Ordine professionale, che possa tutelare loro e i pazienti da un abusivismo imperante, esterno ma anche interno alla stessa sanità.
Dopo anni di richieste ufficiali e di basso profilo hanno deciso che era il momento di alzare la voce e farla sentire anche ai cittadini, che sono i primi ad essere colpiti dagli abusivi, e di scendere in piazza.
"L'istituzione degli Ordini per le nostre professioni – spiega il presidente del Coordinamento Nazionale Associazioni Professioni Sanitarie – Co.N.A.P.S., Antonio Bortone – non è un vezzo o una richiesta di tipo corporativo per difendere stipendi, pensioni o quant'altro. E' una necessità per migliaia di professionisti che VOGLIONO lavorare certi che i pazienti non finiscano in mani sbagliate, per difendere il lavoro onesto, lo studio, l'aggiornamento, lo Stato e le sue casse. E' una necessità per i cittadini italiani che DEVONO SAPERE chi sarà a prendersi cura di loro, esattamente come avviene per i medici. NOI NON VOGLIAMO MORIRE DI ABUSIVISMO. Infine, non si crea nessun nuovo carrozzone, come qualcuno vuole far credere; questo ordine non costerà nulla alle casse dello Stato e sarà gestito direttamente dalle associazioni professionali".

Era programmato che oggi intervenissero solo i Quadri dirigenti delle professioni sanitarie che aderiscono al Conaps e per questo erano previste al massimo 300 persone; ma l'insofferenza e il desiderio di dare un segnale preciso alle forze politiche ha invogliato spontaneamente studenti dei rispettivi corsi di laurea, liberi professionisti e colleghi pensionati ad unirsi nella manifestazione al grido : "La Salute non può essere abusiva".
E' solo il primo appuntamento. Tutti i professionisti del Conaps sono intenzionati ad andare fino in fondo! Non serviranno parole o promesse, ma solo i fatti decreteranno la serietà di questa classe politica, che ad oggi appare complice degli abusivi, contro la Salute dei cittadini e i professionisti veri.
Oggi è stato un giorno importante per tutti coloro che vogliono una Sanità vera!