Dalla legge 251/00 al progetto di legge 145 sulle unità operative di riabilitazione funzionale: l¹applicazione della normativa nazionale e la valorizzazione delle professioni sanitarie di area riabilitativa. È questo il tema del convegno regionale organizzato dall'Aifi Veneto il 23 ottobre a Conegliano (TV), nelle sale del IRCCS E. Medea Associazione la Nostra Famiglia.

L'attuale legislazione, che avvicina i fisioterapisti italiani agli standard professionali dei colleghi europei e anglosassoni, deve trovare una maggiore concretizzazione con l¹individuazione di modelli organizzativi nuovi, che consentano una piena applicazione del dettato legislativo. A tutt¹oggi il Veneto non dispone ancora di modelli organizzativi in grado di valorizzare i professionisti della riabilitazione. Dopo tre anni dal precedente convegno sulle unità operative professionali, viene riproposta questa tematica con una novità: oggi presso la V commissione Sanità del Veneto, è depositato il progetto di legge 145 sulle unità operative di riabilitazione funzionale.
Questa proposta rappresenta un modo giusto per valorizzare le professionalità, oltre ad essere uno strumento efficace, economico e flessibile per far fronte ai bisogni riabilitativi dell'utenza, come già avviene in Liguria e in Toscana.