Martedì 16 Dicembre, organizzato dall'Istituto Superiore di Sanità e dalla Sezione italiana della National Action Network della Bone and Joint Dècade (2000-2010), avrà luogo a Roma, presso l'Aula Pocchiari dello stesso Istituto Superiore di Sanità, in via Regina Elena, 299, il tradizionale Convegno annuale.

La Bone an Joint Dècade (BJD) è un'iniziativa mondiale lanciata, nel Gennaio del 2000, dall' Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), con il patrocinio dell'ONU e del Vaticano, cui hanno aderito 37 governi e che ha dato corso a ben 49 National Action Network.

La BJD si è posta come obiettivo da perseguire il miglioramento della qualità della vita per quanto riguarda la salute dei pazienti affetti da disordini dell'apparato muscolo-scheletrico.

"Queste patologie – come è riportato nel depliant di presentazione dell'evento -, che coinvolgono centinaia di milioni di persone nel mondo, sono la causa più nota e più comune di malattie croniche ad alto potenziale di disabilità ed handicap (artrosi, artriti, osteoporosi)".

La Dècade si propone, quindi, di promuovere maggiore conoscenza della tipicità di queste situazioni morbose, di combattere la sofferenza di coloro che ne sono affetti e di contenere e razionalizzare i costi sociali derivati.

Tra gli autorevoli relatori chiamati a portare un contributo significativo a questa, vera e propria, "battagliaquot; sanitaria decennale contro una grave patologia che affligge l'intera popolazione mondiale, ci sarà anche la nostra responsabile del G.I.S. (Gruppo d'Interesse Specialistico) di Reumatologia, Tiziana Nava, che parlerà, alle ore 15,30, sul tema "Progetti riabilitativi nelle malattie muscolo-scheletriche".

Al termine del Convegno, per il quale è stato chiesto l'accreditamento E.C.M., a chi, fra i partecipanti, ne farà richiesta sarà rilasciato un apposito attestato.

Giac