Chiedere subito l'abrogazione di una norma ingiusta e incostituzionale e informare la cittadinanza dei rischi che corre la salute. Dopo l'approvazione definitiva oggi alla Camera della legge che rende di fatto equipollente la laurea in scienze motorie a quella in fisioterapia, la parola d'ordine dei fisioterapisti italiani è non mollare.
Le sedi locali dell'Aifi sono impegnate in queste ore nell'organizzare manifestazioni e presidi di protesta, e nel fare informazione nelle strutture pubbliche e private. Pubblichiamo di seguito il volantino da stampare e distribuire ai cittadini.