"I contesti legali e fiscali della professione del fisioterapista"

Si terrà il 4 Febbraio 2012 presso la sala congressi ATC di corso Dante, 14 a Torino il Congresso Giuridico organizzato dall'A.I.FI. Piemonte Valle D'Aosta.
La partecipazione è riservata ai soci AIFI 2012, 300 posti a disposizione, fino ad esaurimento.
L'iscrizione è gratuita.
Per informazioni e iscrizione: congressogiuridicoaifi@gmail.com

RAZIONALE:
Gli aspetti normativi collegati all'esercizio della professione del fisioterapista sia in regime di dipendenza dal Servizio Sanitario Nazionale che convenzionato e libero professionista, rappresentano un passaggio fondamentale, utile a comprendere il cammino dei fisioterapisti in Italia dalla condizione di "professione ausiliaria" a quella di professionisti autonomi e responsabili dei propri comportamenti.
Il DM. N° 741/1994 relativo al profilo professionale del fisioterapista, per quanto attiene al concetto di autonomia , e le successive norme che hanno precisato e ribadito compiti e responsabilità dei professionisti sanitari ( Leggi 42/99 e 251/00), rappresentano infatti esempi concreti della crescita di una professione.
Non sempre, tuttavia, le novità normative hanno avuto una attuazione lineare nei comportamenti amministrativi, ingenerando così conflitti, talvolta sfociati in contenziosi giudiziari.
Emerge così la necessità di fare il punto sullo stato di attuazione delle disposizioni di legge nelle diverse Regioni, a cominciare dalla Regione Piemonte, per esaminare le questioni aperte e gli orientamenti attuali, sempre nella prospettiva di riuscire a rendere al paziente un servizio qualitativamente migliore e sostenibile e di combattere con la certezza delle regole ogni forma di abusivismo.

In quest'ottica il fisioterapista si pone come attore all'interno del contesto della Riabilitazione insieme ad altri professionisti, con analoghi livelli di autonomia e responsabilità, assieme ai quali può costruire delle équipes multiprofessionali, finalizzate alla realizzazione di percorsi di cura, la cui efficacia è garantita dalla collegialità degli interventi, mirati ai bisogni di salute del paziente, al di fuori di qualsiasi logica gerarchica.
Il completamento del percorso normativo della professione del fisioterapista è senz'altro rappresentato dall'istituzione dell'Ordine ( ddl 1142 in discussione), uno strumento forte a garanzia di tutti i professionisti e a tutela dei cittadini, vittime spesso inconsapevoli di abusi esercitati a danno loro e della professione del fisioterapista e ormai sempre più diffusi.