Ieri 5 giugno si sono aperti a Barcellona, in Spagna, i lavori della XV Assemblea Generale della World Confederation fo Physical Therapists alla presenza dei delegati di 80 paesi partecipanti sui 91 membri effettivi.

L'incontro a cui presenziano, per il nostro paese, il Presidente Nazionale AIFI Vincenzo Manigrasso ed il responsabile ufficio esteri Cosimo Bruno, anticipa l'apertura ufficiale del Congresso Mondiale che avrà luogo nella capitale catalana dal 7 al 12 giugno e che vedrà la partecipazione di oltre 2000 fisioterapisti provenienti da ogni parte del mondo.

L'Assemblea è stata aperta dalla relazione della Presidente della Confederazione, l'australiana Sandra Mercer Moore, candidata anche per il prossimo mandato, che ha sottolineato l'importanza strategica del ruolo e della funzione dei fisioterapisti nella salvaguardia e nell'innalzamento dei livelli di salute nel mondo.

La fitta agenda dei lavori si è aperta con la delibera di ammissione di 8 nuovi paesi membri in rappresentanza dei fisioterapisti di Arabia Saudita, Barbados, Ecuador, Messico, Nepal, Siria e Sri Lanka.

La discussione è quindi proseguita con la conferma dei sottogruppi IFOMT (terapia manuale), IAAPT (agopuntura), IOPTWH (salute delle donne) IPPA (libera professione) e con la delibera di istituzione dei due nuovi sottogruppi rispettivamente denominati International Federation of Sports Physioterapy (IFSP) e International association of Physical Therapists working with Older People (IPTOP).

L'atto politicamente più rilevante è stato l'approvazione del Documento di direzione strategica per gli anni 2003-2007 fondato, in particolare, sulle dichiarazioni di Principio realtive a Diritti del paziente, Formazione, Cure Primarie, Pratica Basata sulle Evidenze, Ricerca, Qualità, Standards della Pratica in Fisioterapia.

In fase di elaborazione è stato fondamentale il contributo dei paesi della WCPT Regione Europa che, nella sessone preparatoria del 4 giugno, avevano provveduto ad approvare proposte relative agli standard dei servizi, all'audit clinico ed alla formazione.

I lavori della seconda giornata prevedono, tra i diversi punti in discussione, due mozioni presentate dall'AIFI. La prima mozione riguarda l'impegno della WCPT ad integrare nel proprio piano delle azioni la promozione ed adozione della classificazione ICF dell'Organizzazione Mondiale della Sanità. La seconda è invece relativa al cambio di procedure per l'assegnazione del "Mildred Elson Award" per il quale l'associazione italiana propone di assegnare il riconoscimento non più ad una sola persona ma a cinque fisioterapisti che si siano contraddistinti per le attività in altrettanti settori (pratica clinica, educazione, ricerca, contributi umanitari e anzianità associativa).

Il 7 giugno, prima dell'inaugurazione ufficiale del Congresso, si procederà all'elezione del nuovo Comitato Esecutivo ed al riconoscimento dei membri effettivi e supplenti (tra cui Cosimo Bruno) eletti dalle rispettive organizzazioni continentali.