Alcuni pazienti di piu' di 80 anni con sindrome coronarica acuta reagiscono esattamente come quelli di 10 anni piu' giovani se sottoposti ad angiografia e rivascolarizzazione.

Questo il risultato di uno studio israeliano guidato da David Halon della Bruce Rappaport School of Medicine di Haifa e riportato dal Journal of the American College of Cardiology.

Ma perche' gli ottantenni trattati aggressivamente possano contare su una sopravvivenza simile a quella dei pazienti piu' giovani e' necessario, raccomandano gli autori della ricerca, che la selezione di quelli da trattare sia effettuata con molta cura.

Domenico D'Erasmo
Uff. Centrale Segreteria