"Una riforma attesa da molti anni non può fermarsi a un metro dal traguardo". Anche AIFI appoggia l'appello di Conaps, Fncp Ipasvi, Fcnp Ostetriche e Fncp Tecnici sanitari di Radiologia Medica a "calendarizzare quanto prima" il cosiddetto Ddl Lorenzin sul riordino delle professioni sanitarie. L'Associazione italiana fisioterapisti entra dunque nel "fronte comune" che chiede l'approvazione definitiva del testo, "licenziato dalla XII commissione del Senato" e "che ora attende di essere votato in Aula". La richiesta è contenuta in un telegramma inviato dalle associazioni al presidente del Senato, Pietro Grasso, al presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, al ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, e a tutti i capigruppo delle varie forze politiche di Palazzo Madama.
"Confidiamo nella giusta attenzione istituzionale verso tale bisogno normativo- concludono i richiedenti- nell'interesse sia del mondo professionale che dei cittadini, quale strumento fondamentale anche per la lotta contro ogni forma di abusivismo professionale in ambito sanitario".

Scarica il telegramma