Il 28 giugno è la Giornata nazionale per la prevenzione e la cura dell'incontinenza, promossa da Finco, Federazione italiana incontinenti, che raccoglie le istanze di oltre 5 milioni di pazienti, di cui 3 milioni di donne, e dal ministero della Salute. L'Aifi e il gruppo di interesse specialistico riabilitazione del pavimento pelvico, da poco costituito, hanno aderito alla giornata, impegnandosi a diffondere e divulgare informazioni a tutti gli associati. E invitando i fisioterapisti a contribuire attivamente al successo dell'iniziativa.
La giornata serve infatti a sensibilizzare i cittadini, le istituzioni, i mass-media sul problema e vuole diventare un appuntamento annuale per aiutare i pazienti a uscire dall'anonimato: sarà possibile infatti sottoporsi a una visita gratuita nei centri che aderiranno all'iniziativa.
Il 28 giugno, gli urologi, i ginecologi, le ostetriche, i fisioterapisti, gli infermieri che volontariamente aderiranno alla giornata si renderanno disponibili a valutare gratuitamente un disturbo ancora difficile da dichiarare. Gli ospedali apriranno quindi le porte ai cittadini, che troveranno anche i fisioterapisti pronti ad accoglierli e curarli. L'Aifi invita tutti gli associati ad aderire alla giornata e a prestare la propria professionalità a un'iniziativa a difesa della salute pubblica.
Per conoscere le modalità di adesione, basta consultare i siti della FINCO e della GIORNATA DELL'INCONTINENZA.

È gradito al Gis riabilitazione del pavimento pelvico Aifi conoscere, anche successivamente alla giornata, riflessioni ed esperienze relative all'iniziativa: arianna.brt@tiscalinet.it, kika.fisio@libero.it